Mario Toraldo, architettura

Mario Toraldo, architetto

Sono un architetto di Napoli classe ’72 con studio in Via Tasso, tra la collina del Vomero e il mare.
Potrei elencare noiosissimi dati anagrafici, o, diversamente, tentare di far colpo raccontando simpatici aneddoti di vita vissuta o, ancora, attirare l’attenzione inventando qualche originale storia che giustifichi le mie scelte professionali.

Forse per presentarmi tutto questo sarebbe inutile.
Molto semplicemente sono sempre stato attratto dalle cose belle: un bel tramonto nella bocca dello Stromboli, l’alba di una città che lentamente si risveglia, il verso di una canzone Leonard Cohen, la Colonna senza fine di C.Brancusi, il sorriso di mia figlia, una scena del film Run di A.Kurosawa, una pagina di Viaggio al termine della notte, la luce che filtra nel Kolumba a Colonia.
E’ stato per me naturale appassionarmi ad un lavoro che mi consentisse di dare il mio personale contributo nel creare e lasciare qualcosa di bello.
Ecco cosa mi prefisso ogni giorno e ancora di piu’ quando immagino un progetto.
Questo pero’ non vuol dire prescindere dal mio committente: il mio intento è di accompagnarlo nel mio mondo, nel pieno e totale rispetto dei suoi desideri, delle sue idee e delle sue esigenze.