Pubblicato il

Sandy Skoglund

Sandy Skoglund (Quincy, 11 settembre 1946) è un’artista, fotografa e installation artist statunitense, vive e lavora a New York.

Studia arte e storia dell’arte allo Smith College di Northampton, Massachusetts, dal 1964 al 1968. L’anno seguente, frequenta una scuola di specializzazione all’Università’ dello Iowa, dove studia regia, e arti multimediali, conseguendo il Master in Arte nel 1971 e quello in pittura nel 1972 e, in giugno, si trasferisce a New York, dove comincia a lavorare come artista concettuale, occupandosi di una produzione artistica ripetitiva, orientata verso un processo fotomeccanico ottenuto attraverso la tecnica del mark-making e della fotocopia.

Alla fine degli anni Settanta, il desiderio di Sandy di documentare il lavoro concettuale la stimola ad apprendere la fotografia. Fonde la fotografia con il suo interesse per la cultura popolare e per l’illustrazione commerciale dando vita a tecniche che portano nel 1978 ad opere di still life di cibo come “Luncheon Meat on a Counter” e “Peas on a Plate”.

Nel 1980 la Skoglund realizza sculture di gatti in gesso per un’istallazione post-apocalittica intitolata “Radioactive Cats”. Con questa opera l’artista definisce una propria tecnica creativa ed espositiva in cui integra anche la figura umana. “Radiocative Cats” segna l’inizio della sua produzione di Tableau Photography, una tecnica peculiare che Sandy Skoglund continua ad esplorare tutt’oggi.

Dal 1981, quando Revenge of the Goldfish e Radioactive Cats sono stati presentati alla Whitney Biennial Exhibition, Sandy Skoglund ha assunto una posizione di rilievo nella fotografia d’avanguardia. Molti musei internazionali hanno commissionato le sue opere, tra cui: “Breeze at Work” per il Walker Art Center of Minneapolis, Minnesota.

Il Centre Georges Pompidou a Parigi, ha commissionato “Fox Games” nel 1989 per una mostra intitolata ‘The Invention of an Art, a history of photography’.

Nel 1997 ha realizzato per lo Smith College di Northampton “Walking on Eggshells”, un’ istallazione con fotografie, da inserire nella retrospettiva Reality Under Siege.

 

Uno dei suoi lavori piu’ recenti, “Shimmering Madness”, in mostra quest’anno al LUCCAdigitalPHOTOfest, e’ stato commissionato dalla Rutgers University nel 1998 ed e’ costituito da migliaia di farfalle dipinte a mano che fluttuano su uno sfondo nero.

 

Produce circa un’immagine all’anno curandone ogni minimo dettaglio. Ogni installazione viene costruita con tecniche diverse ed è dotata di significato autonomo, indipendente dalla realizzazione fotografica finale, la quale tuttavia risulta essere unico oggetto espositivo in virtù delle comuni nozioni circa la fotografia come medium riproduttivo, a rappresentare l’artificiosità del mondo contemporaneo.

Bibliografia

Daniela PalazzoliIl sentimento del 2000 : arte e foto, 1960/2000, Triennale Photomedia Europe, Triennale di Milano, Milano, Electa, 1999, pp. 124-125.ISBN 8843572334

 

Lascia un commento