Pubblicato il

Daniel Glattauer, La settima onda

Glattauer, La Settima Onda

“Che cosa mi manca, Leo ? – Tu (Già prima di sapere che esistevi).
Che cosa puoi fare per me, Leo ? – Esserci. Scrivermi. Leggermi. Pensarmi. Accarezzare il mio punto di contatto.
Che cosa voglio fare di te, Leo ? – Dipende dal momento. La maggior parte delle volte: averti in testa. Talvolta anche più giù.
Che cosa dovresti essere per me, Leo? – Domanda superflua, lo sei già.
Come dovrebbe andare avanti tra noi due, Leo ? – Come finora, in avanti.
Dovrebbe andare avanti ? – Assolutamente si.
E condurci dove ? _ Da nessuna parte. Andare avanti, e basta.”

Daniel Glattauer, La settima onda.

5 pensieri su “Daniel Glattauer, La settima onda

Lascia un commento